Protoexchange: la Stampa 3D Cloud

Protoexchange nasce dall’inefficienza dei tradizionali canali per la stampa di oggetti 3D.

In genere quando ci troviamo ad aver bisogno di un pezzo stampato andiamo in uno dei molti servizi per la stampa 3D, verifichiamo i tempi di consegna e decidiamo se mandare il tutto in stampa. Spesso però i tempi di consegna sono troppo lunghi ma a noi il pezzo serve ieri praticamente.

Anche Jonathan Placa si è trovato ad affrontare questa situazione e proprio per questo motivo ha deciso di creare Protoexchange, un servizio che permetterà ai makers ed ai designer di tutto il mondo di avere i propri pezzi stampati nel più breve tempo possibile.

Come funziona?

La piattaforma analizza i dati di produzione di tutti gli stampatori iscritti al servizio e rende disponibili le stampanti che possono essere immediatamente impiegate. Questo processo permette di scalare la produzione in base alle macchine realmente libere all’interno del network minimizzando allo stesso tempo la supply chain.
Chi richiede la stampa dell’oggetto viene informato in tempo reale sullo stato d’avanzamento dell’ordine in modo da poter regolare i suoi processi.

A chi si rivolge?

Protoexchange si rivolge sia alle grandi aziende che a quelle di piccole dimensioni. Le grandi aziende hanno l’opportuntà di ridurre la supply chain mentre quelle di piccole dimensioni hanno l’opportunità di scalare la propria produzione accedendo a macchine per la stampa 3D senza la necessità di investire in macchinari

Protoexchange sembra avere le carte in regola per diventare un protagonista tra i servizi decentralizzata di stampa 3D.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>