Queste mutandine stampate in 3D potrebbero rappresentare una vera e propria rivoluzione produttiva

Topics:

L’idea di essere in grado di stampare capi di abbigliamento come la biancheria é piuttosto nuova e brillante e per questo stuzzica la nostra fantasia.

Dopo aver considerato piuttosto sciocco questo progresso della stampa 3D abbiamo indagato più in profondità. Dopo tutto, come potevamo perdere l’occasione di saperne di più su questa bizzarra fusione tra stile e alta tecnologia, anche se dobbiamo digitare la parola “mutandine” nel processo di ricerca?

Mutande stampate 3d

La società inglese Tamicare ha messo a punto la tecnologia necessaria per lavorare i tessuti tramite la stampa 3D, tra cui la biancheria intima monouso. Strano? Certo, ma in questo modo il processo di produzione si é velocizzato a tal punto che il modo in cui questa biancheria é stata ottenuta potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione a livello produttivo. Il sistema di stampa in 3D del tessuto viene chiamato Cosyflex (sistema messo in mostra nel video che segue in modo molto confuso ma comunque molto interessante) ed é un processo completamente automatizzato che crea istantaneamente dalle materie prime prodotti tessili finiti, il tutto senza che ci sia la necessità di effettuare tagli, azzerando così la produzione di rifiuti da lavorazione. Tamicare é attrezzata per la produzione di massa ed in questo momento grazie a tale tecnologia é in grado di produrre 10 milioni di mutandine biodegradabili all’anno, ed é adatta anche per la produzione on-demand, simile al concetto strabiliante di stampante 3D per abbigliamento. Per stampare un paio di mutandine sono necessari solo 3 secondi. Quindi sì, si tratta di qualcosa di davvero innovativo.
Alcune società nazionali sportive e marchi internazionali di moda, tra cui Victoria’s Secret sono in trattative con Tamicare per collaborare alla realizzazione di alcuni prodotti. Ben presto le vostre catene di abbigliamento preferite potrebbero iniziare a vendere mutandine personalizzate stampate in 3D, fatto che porterebbe l’idea di “personal shopping” ad un livello successivo.

Non vi preoccupate, gli scaffali lussureggianti e colmi di pizzo di Victoria’s Secret non saranno completamente sostituiti con questo slip effetto nudo, a vita alta e che lascia molto a desiderare in termini di aspetto e design. Cosyflex é in grado di stampare di tutto senza problemi, anche modelli con perforazioni per rendere ogni modello veramente unico. Il tessuto é molto elastico e questo lo rende facile da lavorare e talmente versatile che un foglio può essere stampato in molteplici materiali, modelli e colori su un foglio continuo. La biancheria intima é davvero un punto di partenza di questa innovazione manifatturiera che porta in sé un potenziale illimitato che dovrebbe essere eccitante per tutti noi.

One thought on “Queste mutandine stampate in 3D potrebbero rappresentare una vera e propria rivoluzione produttiva

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>