Sebastian Errazuriz e le sue scarpe

Topics:

Questo ultimo progetto di stampa 3D dà un nuovo significato alla parola “scarpe”. Nella mostra 12 Shoes for 12 Lovers (NSFW), l’artista e designer con sede a New York Sebastian Errazuriz, ha creato una collezione di tacchi scultorei basati sui ricordi che l’artista ha conservato di alcuni dei suoi ex compagni, il tutto usando una stampante 3D.

Scarpe in 3d

Ogni scarpa si ispira ai tratti caratteristici della personalità di uno dei due ex-compagni di Errazuriz – un partner, la cui dolcezza non poteva essere ricambiata, é raffigurato come un cuneo giallo brillante lavorato a nido d’ape intitolato “Honey”, mentre l’altro partner, un amante freddo e indipendente é rappresentato come un ghiacciolo spinoso denominato “Ice Queen”. Ogni scarpa é accompagnata dagli schizzi del progetto, da foto private e storie personali che esaltano l’aura propria di ogni scultura.

Scarpa Splash

In un video presente sul blog di MakerBot, Errazuriz spiega come questa mostra é andata oltre il concetto di file digitale di un’opera d’arte, gli stessi intricati prototipi che sono presenti alla mostra mettono in evidenza come sarebbe stato pressoché impossibile produrre questi oggetti a basso costo senza la stampa 3D. L’artista cileno ha utilizzato una MakerBot Replicator 2X per stampare i prototipi e i prodotti finali, i quali sono stati poi levigati, stampati e verniciati prima si essere messi in mostra nel negozio Melissa a Miami. Errazuriz loda l’influenza che la stampa 3D ha sull’arte e il mondo del design, definendola come la “nascita di una piccola rivoluzione industriale”, e non si potrebbe essere più d’accordo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>