3D Replicator: il nuovo 3D point di Roma

Topics:

“Chi segue gli altri non arriva mai primo”, questo è il motto scelto per il nuovissimo 3D Point aperto a Roma. Si tratta del 3D Replicator uno dei pochi 3D Service in città che offre una struttura accogliente per poter progettare e stampare, in maniera autonoma, oggetti 3D.

L’idea del 3D Point, raccontano, è nata da una grande notizia di successo letta sul giornale qualche anno fa. In Francia, in un ufficio postale, avevano messo delle stampanti 3D a libera disposizione del pubblico. L’enorme successo riscosso da questa strategia di marketing di un’azienda americana, ha attirato la loro attenzione.

L’idea era di offrire, ai cittadini, un servizio innovativo ma al contempo utile. E così, dopo mesi di ricerche e progettazione, si è arrivati ad ottobre 2014, quando sono riusciti ad inaugurare in una zona centralissima di Roma, il loro 3D Replicator.

Questo 3D point è unico nel suo genere in quanto è fornito di macchine 3D a FDM con un pianale di stampa fino a 40 cm di larghezza e 35 cm di altezza, l’ideale per la stampa di modelli architettonici di grandi dimensioni piuttosto che sculture a grandezza naturale.

Queste stampanti, semiprofessionali con un cuore Arduino,  sono prodotte dalla multinazionale German Rep Rap che ha sede in Germania e sono presenti, in Italia, in un numero limitatissimo.

L’idea innovativa del 3D Point è che, a differenza degli altri concorrenti, il prezzo di stampa al pubblico è basato sui minuti effettivi di utilizzo delle stesse anziché sui noiosi ed imprecisi preventivi virtuali.
Gli altri servizi offerti sono: la vendita di filamenti 3D al metro anziché a bobina, postazioni di progettazione e stampa autonome, produzioni in serie di gadget.

Ma l’idea di rendere la gente di quartiere consapevole del potenziale della stampa 3D non termina con l’apertura dello Store. A breve c’è l’intenzione di avviare corsi gratuiti di ambientamento alla stampa 3D.

L’Italia deve conoscere un mondo che permetterà loro di risparmiare tempo e denaro e renda possibile quello che prima era impossibile.

Insomma, la prima tappa è stata raggiunta, ma ci sono ancora molti progetti pionieristici (proprio come la stampa 3D) che renderà innovativo un mondo che ha ancora tanto da scoprire.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>