Creatr: stampati 3D, progettazione ed entusiasmo

Topics:

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Sam, un ragazzo di Lecco, che tra qualche giorno inaugurerà il suo negozio di stampa 3D. L’aspetto che più ci ha colpito di lui è la passione che nutre per queste tecnologie e l’entusiasmo che lo accompagna. Gli abbiamo posto alcune domande per conoscerlo meglio e capire il suo progetto Creatr:

Spiegaci chi sei in 340 caratteri

Sono Samuele Bianchi Bazzi, per gli amici Sam, un diciannovenne che ha deciso di aprire un’azienda per poter fare esattamente ciò che mi appassiona: rendere accessibile il fantastico mondo del 3D al pubblico italiano. Nel tempo libero monto e smonto moto da cross (girare in pista è il mio secondo amore) e pratico atletica.

Qual’è il tuo background?

Sono perito meccanico e autodidatta. La meccanica a scuola è sempre stata il mio punto forte, anche se spesso mi trovavo nei guai per non avere fatto i compiti in maniera diligente e avere invece investito il mio tempo nello studio di software e programmi di disegno. Durante il mio percorso di studi ho anche svolto uno stage e ho mantenuto una collaborazione con un’azienda di progettazione meccanica.

turbina stampata in 3d

Quando hai iniziato ad appassionarti alla stampa 3d?

Durante l’ultimo anno delle scuole superiori ho lavorato per mesi su un progetto per un cambio a doppia frizione di un kart da gara. Finito il progetto, ed avendo ormai preparato tutti i file CAD del cambio, ho deciso di provare a farlo stampare così da avere qualcosa di tangibile per mostrare il mio duro lavoro. L’esito è stato un successo e da lì ho iniziato a interessarmi al mondo del 3D, acquistando la mia prima stampante e creando nuovi modelli praticamente tutti i giorni.

motore stampato 3d

 

Quando hai deciso di farne una professione?

Qualche mese prima di finire la scuola, prendendo in considerazione le opzioni che avevo per il mio futuro, ho capito che la stampa 3D era la mia via. Sapevo ormai che era un mondo in forte sviluppo e che dovevo entrare subito per poter crescere con esso, e quindi ho deciso di aprire la mia azienda -nata formalmente il giorno del mio compleanno.

Quale tipo di servizio offri ai tuoi clienti?

Il servizio migliore! Scherzi a parte, mi occupo di vendita, sia online che nel primo negozio a Lecco che aprirò il 19 Novembre, di stampanti e scanner 3D, filamento e software per la stampa. So bene che non tutti vogliono acquistare una stampante ma vorrebbero comunque farsi realizzare un proprio progetto. Per questo motivo offro un fantastico print service e in poco tempo creo modelli unici! Se invece non hai il disegno in 3D, non c’è problema! Fissiamo un incontro e il progetto lo faccio io. Come ho detto poi, il mondo del 3D è una passione che voglio trasmettere ad altri, e quindi offro corsi e organizzo serate dove poter imparare a usare le stampanti al meglio e condividere le proprie esperienze. Infine, progetto e realizzo upgrades per le stampanti 3D.

Hai qualcosa di interessante da mostrarci?

Certo! Ecco il mio gioiellino su cui sto lavorando in questo periodo. Si tratta di un upgrade per le stampanti Ultimaker (di cui sono rivenditore in Italia): un doppio estrusore completamente in metallo che permette di stampare con due materiali o colori diversi contemporaneamente. Da buon maker, ho eseguito la prototipazione e la progettazione usando la mia stampante per creare modelli del prodotto finale, e questo mi ha permesso di apportare tutte le modifiche necessarie per perfezionarlo.

 

ultimaker 2 estrusori

 

 

Quali sono le difficoltà maggiori per chi vuole entrare in questo mondo?

Non credo che ci siano difficoltà insormontabili per entrare nel mondo della stampa 3D. Sicuramente per ora sono in pochi a conoscere e capire queste nuove tecnologie e questo significa anche che non esistono molte “scuole” dove imparare ad utilizzarle. Per usare al meglio le stampanti 3D e sfruttare il loro potenziale bisogna essere pronti a sperimentare fancendo anche qualche errore. Una parte del mio lavoro è proprio quello di cercare di rendere questa “entrata” più semplice con l’organizzazione di corsi e workshop.

Come vedi il mercato della stampa 3D in Italia?

Pronto a decollare. Già negli ultimi anni ci sono stati grandi sviluppi e tante nuove aziende sul mercato. Costruttori di stampanti e scanner 3D spuntano da tutte le parti, e i prodotti offerti sono in continuo miglioramento. Fino ad oggi, però, a differenza degli Stati Uniti e di, il mondo del 3D è di interesse principale a grandi aziende e a un pubblico selezionato. Quello che voglio fare io è di rendere accessibile la stampa 3D a tutti.
Amo le infinite possibilità che apre il mondo del 3d. Infatti solo con esse è possibile creare modelli unici, personalizzati e di alta qualità! Pur mantenendo i prezzi relativamente ridotti.

Se volete maggiori informazioni sul progetto Creatr vi inviatiamo a visitare il sito di Creatr oppure se siete interessati ai suoi prodotti vi invitiamo a visitare lo shop online.

 

One thought on “Creatr: stampati 3D, progettazione ed entusiasmo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>