Arte e stampa 3D in esposizione a Roma

Le possibilità di applicazione della stampa 3d sono infinite, e a volte anche campi che sembrano distanti anni luce, come l’arte, possono avvalersi in modo proficuo della sua grande versatilità.

A dimostrazione di questo, dal 16 al 28 giugno, presso la galleria Whitenoise di Roma, è esposta un’opera realizzata in parte proprio con la stampa 3d.

Si tratta di un’opera dall’artista SOLO, creata appositamente per l’esposizione collettiva “Any Given Book” e contenente al proprio interno elementi realizzati in 3d con l’aiuto dell’azienda 2be3D.

Il protagonista della mostra è il libro e, come racconta lo stesso artista “la missione era creare un’ opera che avesse il libro come medium principale. libro che poteva essere trasformato, dipinto , assemblato, sfruttato in qualsiasi modo l’artista ritenesse necessario.”

2be3d-solo-diorama-3 Grande appassionato di fumetti e action figures, SOLO ha usato un fumetto dell’Uomo Ragno degli anni ’90, aprendolo e dipingendolo come se fosse un muro in miniatura.

E qui entra in gioco la stampa 3d, grazie alla quale è stato sviluppato attorno al fumetto un diorama perfettamente verosimile ed in scala, con il mini me dell’artista in primo piano, arricchito da tanti elementi e particolari che rendono la scena più realistica.

Il procedimento di creazione di queste miniature ha richiesto il pieno impegno integrato di tutti i reparti produttivi dell’azienda 2be3D.
Nel progetto infatti, alcuni elementi (cassonetto, scala, secchio vernice) sono stati realizzati tridimensionalmente da zero tramite modellazione poligonale al pc, mentre altri – tra cui il mini me di SOLO e la cassa con lo spray – vengono fuori dalla procedura scansione 3D fotogrammetrica più stampa 3D del modello scansionato e ottimizzato al software.

2be3d-solo-diorama

 

La tecnologia utilizzata per la stampa dei modelli, l’unica attualmente in grado di replicare oggettistica lifelike con un dettaglio così elevato, è la tecnologia CJP in polvere di gesso. La sola capace di ricreare geometrie e colorazioni totalmente fedeli alla realtà.
I particolari riprodotti ne sono la testimonianza tangibile.

Ogni dettaglio è stato accuratamente studiato per restituire il risultato più autentico possibile tenendo sempre presente il tema della mostra.

Come lo staff di 2be3D tiene a precisare “Quello che emerge è la coesistenza e l’integrazione di due mondi molto spesso distanti ma – per qualche eccezione, come in questo caso – risultano essere davvero strettamente complementari. L’arte e la stampa 3D si fondono per creare nuovi scenari culturali conferendo ad entrambe sempre più attualità, utilità e originalità.”

Visto il successo dell’iniziativa, SOLO e 2be3D hanno già messo in programma nuove collaborazioni, incluso un progetto che prevede l’installazione in strada delle loro opere.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>