RecycleBot: riciclare la plastica per la stampa 3D

Una delle maggiori critiche mosse alla tecnologia della stampa 3D è quella relativa ai materiali di stampa.

In genere, sia per motivi economici che tecnici, nelle stampanti 3D vengono utilizzate delle plastiche. Abbiamo già analizzato i tipi di plastiche per stampanti 3D e abbiamo visto come esistano anche plastiche ad impatto ambientale zero.

Lo sviluppo dei processi di produzione additivi sono però l’occasione per addirittura ridurre l’impatto della plastica sul nostro pianeta. Ti starai chiedendo come? Se creo oggetti di plastica questi andranno ad inquinare quindi come possono le stampanti 3D ridurre la plastica in circolazione?

La risposta è già arrivata e prende la forma di due progetti molto interessanti che hanno l’obiettivo di trasformare la plastica che gettiamo in bobine da utilizzare nelle stampanti 3D.

Abbiamo già visto il progetto Filabot, il cui obiettivo è utilizzare gli scarti in plastica per creare filamenti per stampanti 3D.

Parallelamente a questo progetto un ricercatore dell’MTU ha presentato su Thingiverse il progetto RecycleBot che si pone lo stesso obiettivo di Filabot, permettere il riutilizzo dei materiali plastici di scarto.

Il progetto RecycleBot è completamente open source e i componenti necessari per realizzarlo sono già disponibili per il download nel sito Thingsiverse.

Via: Redorbit

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>