La NASA promuove la stampa 3D con il suo nuovo concorso

La NASA spinge la stampa 3D

Proprio come alcune compagnie private la NASA sta spingendo puntando molto sulle tecnologie di stampa 3D, intravedendo i possibili benefici per le loro missioni spaziali.

Dalla collaborazione tra DIYROCKETS, Sunglass, e Shapeways è stato lanciato un nuovo concorso, il 3D Rocket Engine Design Challenge.

Il fondatore di DIYROCKETS è convinto che la stretta collaborazione tra pubblico e privato possa dare un forte impulso allo sviluppo di alcune tecnologie impiegate sia nel settore aerospaziale che in quello privato.

Oggi lo sviluppo dei nano satelliti permette di spedire nello spazio oggetti molto piccoli ma che allo stesso tempo possono essere impiegati in molti settori.

Nel corso degli anni gli appassionati di tutto il mondo hanno realizzato dei piccoli missili in grado di raggiungere i 2000 piedi di altezza. L’obiettivo del concorso è però fare uno step in più, progettando un sistema che possa raggiungere una distanza 300 volte superiore in modo da permette di di entrare nell’orbita della terra. Raggiungere questo obiettivo si dovranno necessariamente realizzare anche delle componenti in metalli che come sappiamo possono essere stampate all’interno di Shapeways.

Il premio offerto è di 5000 dollari, cifra che dimostra come sia oggi possibili raggiungere lo spazio con cifre più molto contenute rispetto a passato. Requisito fondamentale per ogni elaborato presentato è la sua apertura alla comunità mondiale. Tutti i progetti dovranno essere open source, il che significa che anche tutte le compagnie che vogliono fare profitto lanciando oggetti nello spazio potranno utilizzare le nuove soluzioni individuate.

Se sei interessato a partecipare le iscrizioni termineranno il 13 Aprile e la giuria sarà composta da esponenti della NASA, del MIT e del TED.

Via: RedOrbit

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>