Stampare in 3D senza stampante

Perché usare un servizio di stampa 3D al posto di acquistare una stampante?

Sono incredibilmente fortunato ad avere un lavoro che fino a due anni fa non avrei mai immaginato potesse esistere.
Ho creato una stampante 3D per gioielli e una mia attività, Weareble Planter, tutto grazie a strumenti e ad una tecnologia che sono disponibili solo da pochi anni.

Quando studiavo disegno industriale alla Georgia Tech dal 2006 al 2010, la stampante in 3D non era uno strumento che usavamo di frequente. Abbiamo imparato come usare i programmi di disegno in 3D e solitamente utilizzavamo i file 3D ottenuti per il rendering (realizzazione, esecuzione) degli oggetti. Ovviamente avevamo la possibilità di utilizzare una stampante 3D ma poche persone sapevano come usarla e i modelli realizzati erano fragili e molto costosi.

E’ andata così almeno fino all’ultimo semestre di università quando ho lavorato su un progetto per il quale era necessario stampare in 3D. Ho dato la mia penna usb che conteneva tutti i miei files all’assistente di laboratorio convinto che non avrebbe mai funzionato, ma con grande entusiasmo ho visto che il gioiello che avevo progettato veniva stampato, strato dopo strato, esattamente come lo avevo pensato.

La maggior parte delle persone che vogliono ideare e realizzare il prototipo di un nuovo prodotto non hanno accesso immediato ad una stampante 3D professionale. La buona notizia è che l’accesso a questa tecnologia sta crescendo ad un ritmo senza precedenti.

spilla 3dQuando disegno un nuovo prodotto o un gioiello, inizio creando uno schizzo il più possibile simile all’oggetto finale. Questa parte del processo, come ad esempio decidere la forma e l’aspetto dell’oggetto, spesso è anche quello che richiede la maggior quantità di tempo. Successivamente creo un modello 3D in SolidWorks, Rhino o qualsiasi altro programma che mi permetta la massima creatività in combinazione con la conoscenza che ho del software. Finito il processo di creazione, esporto il file ed eseguo i controlli con un programma come Netfabb Studio per essere sicuro che sia adatto e pronto per la stampa.

Dopodiché utilizzo i servizi della stampa 3D come Shapeways e Ponoko – entrambi utili per realizzare il prototipo e i miei prodotti finali.

Quando uso questi servizi devo aspettare due settimane o più per vedere come sono venute le stampe. Questo potrebbe sembrare un periodo di tempo piuttosto lungo ma in realtà quando sei costretto, momentaneamente, a rimanere ad certa distanza dal tuo progetto ti viene offerta una nuova prospettiva. Qualche volta quando ottengo la mia prima stampa è esattamente come me l’aspettavo, ma spesso vedo che è necessario fare dei cambiamenti, che si tratti della scelta del materiale, dello spessore delle pareti o altri dettagli.

La cosa fantastica dell’usare la stampa 3D è che sono in grado di gestire un’attività con gli strumenti che queste aziende hanno messo a disposizione, così come di sperimentare materiali differenti e nuovi prodotti con una piccola spesa. In passato creare un prototipo poteva essere costoso e anche realizzare la produzione di una piccola serie di oggetti richiedeva migliaia di dollari. In questo modo invece sono anche in grado di creare e conservare un inventario sempre a portata di mano che posso aggiornare velocemente. Tutto questo batte i modelli di business precedenti dove potevo aver bisogno di ordinare dall’estero un cargo container pieno di pezzi.

Dalla stampa 3D si ricavano più vantaggi e non solo nel gestire un’attività. Sta arrivando una nuova era in cui la personalizzazione di massa sta guidando la produzione di nuovi oggetti. L’accesso a queste nuove tecnologie ora è aperto a tutti, dai principianti che creano modelli con Minecraft, ai medici che fanno modelli personalizzati di protesi.

Per esempio, se volessi creare la custodia del tuo telefono e non hai alcuna esperienza nella modellazione 3D, puoi usare uno dei tanti programmi di “creazione” per realizzare un oggetto personalizzato. Sculpteo e la Society for Printable Geography hanno recentemente realizzato un’applicazione per creare custodie per IPhone con l’immagine del tuo luogo preferito. Shapeways mette a disposizione un ottimo set di strumenti che consente di giocare con la forma delle curve. Queste applicazioni ti permettono di creare un oggetto unico realizzato con il minimo costo.

Queste aziende hanno anche iniziato ad offrire formazione in modo tale che tu possa imparare ad usare i gli strumenti che mettono a disposizione. Ponoko offre corsi di formazione on line pensati appositamente per i principianti che sono liberi di guardarli e di parteciparvi. Shapeways offre lezioni sulle competenze introduttive così come su quelle più complesse.
Creare stampe in 3D offre molti più vantaggi rispetto all’uso di una stampante in 3D desktop. Non avrai bisogno dell’investimento iniziale che va dai 300 ai 2000 dollari e non sprecherai tempo armeggiando con impostazioni e hardware. Puoi anche creare oggetti con una risoluzione più alta e complessa, mentre alla stampa desktop 3D non corrisponde una qualità professionale della stampante.

Questa nuova tecnologia però non è priva di qualche svantaggio. Essendo infatti un campo che cresce rapidamente, qualche volta la domanda è maggiore della capacità che queste aziende hanno di soddisfarla e sorge quindi un inaspettato ritardo nella consegna. La qualità dei materiali non è sempre buona quanto un oggetto prodotto industrialmente; le parti plastiche stampate in 3D, per esempio, possono essere più fragili dei pezzi modellati con lo stampante ad iniezione. Inoltre è importante ricordare che non tutti questi materiali sono food-safe o adatti per essere utilizzati nella realizzazione di giocattoli. Mentre questi svantaggi potrebbero scoraggiarti, tieni presente che questa formidabile tecnologia non era disponibile al pubblico fino a 5 anni fa e si sta evolvendo e sviluppando molto velocemente.

Colleen Jordan è una designer e produttrice a cui piace creare oggetti che rendono la vita più interessante. E’ la fondatrice di Wearable Planter (wearebleplanter.com) e sogna di avere, un giorno, un dinosauro domestico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>